Corso di PNL Applicata alla Naturopatia

LA VIA DELLA NATURA

I moduli di PNL Applicata alla Naturopatia disponibili:

IL CORSO SI SVOLGERA’ IN QUESTE DATE:

Cadidavid (VR)

17 dicembre 2022 - 18 dicembre 2022

IL CORSO SI SVOLGERA’ IN QUESTE DATE:

Cadidavid (VR)

28 gennaio 2023 - 29 gennaio 2023

Caratteristiche dei corsi

3 moduli

Il corso è costituito da 3 moduli

Materiale didattico

Dispensa e video online del corso

Tutoring

Docente a disposizione

Test di valutazione e attestato

Ad esito positivo del test di valutazione otterrai l’attestato relativo al corso

Testi consigliati

Nessuno

Hai bisogno di più informazioni?

PNL applicata alla Naturopatia

DESCRIZIONE DEL CORSO 

LA PAROLA CHE CURA – TENICHE DI PROGRAMMAZIONE NEUROLINGUISTICA (PNL)

Il corso di programmazione neurolinguistica garantisce una formazione professionale rivolta a terapeuti olistici, psicologi, professionisti della relazione d’aiuto capace di offrire tutti gli strumenti per un cambiamento mirato e duraturo.

È anche utile a chiunque voglia fare un cammino evolutivo per sé e per gli altri, senza disperdere energie preziose: la PNL è rapida, efficace, precisa.

Un bravo terapeuta ha un ascolto attivo del suo cliente. Così può decodificarne tutti gli aspetti espressivi e comportamentali, per arrivare al nucleo del disagio su cui attuare un intervento mirato. Deve captare anche il non detto, manifestato in modo diverso non immediatamente percepibile. Troppo spesso si comunica senza comunicare davvero: in questo modo ogni cambiamento è impossibile.

Entrare nel sistema di comunicazione di un altro essere umano è un compito impegnativo che richiede risorse e competenze. E la PNL, ovvero la programmazione neurolinguistica, è una risorsa fondamentale per raffinare la capacità di porsi in sintonia con la comunicazione dell’altro.

In principio era in verbo, recita il Vangelo: di fatto, la parola è molto potente, come sanno bene anche i maghi (basta pensare agli incantesimi). La parola trascina con sé stati d’animo, atteggiamenti, emozioni, credenze. La parola, il logos, è il mezzo di cui si avvale il riequilibrio naturopatico che, a differenza delle altre terapie di supporto psicologico, poggia su obiettivi specifici e traguardi dichiarati. Ed accanto alla parola riconosce ed utilizza il metalinguaggio, fatto di espressioni corporee, tono di voce, movimenti oculari, contenuti subconsci. La conoscenza del linguaggio verbale e non verbale fa sì che il terapeuta sappia sempre porsi in sintonia con il cliente, aiutandolo nel processo di riconoscimento e trasformazione.

Il corso di Programmazione neurolinguistica fornisce tutti gli strumenti necessari per diventare padroni della propria comunicazione, in modo da tradurre immediatamente, con precisione chirurgica, i contenuti del mondo interiore del cliente, mettendo a fuoco la problematica, nascosta o manifesta, che si desidera portare all’attenzione per una risoluzione.

La PNL permette quindi l’indagine e la messa a fuoco di una corretta comunicazione fra cliente e terapeuta. Il sistema del cliente può essere oggetto di sabotaggi, generalizzazioni, deformazioni, cancellazioni, presenza di credenze limitanti che richiedono presenza, attenzione, capacità di individuazione. E il corso di PNL trasmette le modalità necessarie per offrire nuove modalità di scelta al cliente che, attraverso la comprensione della propria esperienza e la consapevolezza dei filtri usati, diventa capace di usare nuove e diverse risorse che ampliano la sua possibilità di scelta offrendo nuove visioni degli accadimenti.

Il padroneggiare la propria esperienza e comprenderla, significa per il cliente avere accesso a un potenziale interno fino ad allora sconosciuto. Le reti neurali accedono a nuove possibilità grazie alla de-programmazione di vecchie credenze limitanti che bloccano l’evoluzione nella direzione desiderata. Le credenze sono sistemi complessi che nascono già nell’infanzia e che, sia a livello conscio che inconscio, possono ostacolare la realizzazione di sogni e progetti. Uno degli scopi della PNL è quello di rintracciare che credenze nocive, sostituendole: la mente è come un computer che ricorre ai programmi inseriti al suo interno, modificare tali programmi permette di tracciare nuove reti neurali che aprono strade diverse rispetto al cammino conosciuto fino a quel momento.

La programmazione neurolinguistica propone dunque una ristrutturazione neurologica, cognitiva, biologica: i modelli cognitivi informano e influenzano ogni squilibrio psicofisico, e viceversa. Ristrutturare vecchi programmi obsoleti, spesso responsabili dell’infelicità, vuol dire creare tutto il potenziale per il nuovo che finalmente può liberare la sua energia trasformativa. Il linguaggio che ammala diventa così linguaggio, ristrutturato a ogni livello, che rigenera.

Terapeuta e cliente partono dallo stato attuale per tracciare il percorso verso lo stato desiderato, verificando le reali intenzioni rispetto a ciò che si vuole raggiungere. Il cliente si muove verso un obiettivo preciso, realistico, ecologico, misurabile. E, soprattutto, vive in prima persona la responsabilità della sua trasformazione. Non ci sono guide esterne, salvatori, magie. Lo specchio fornito dal terapeuta serve a porre il cliente nelle condizioni migliori per ottenere ciò che permetterà alla persona di accedere a benessere, soddisfazione, successo.

Approfondisci

Un buon terapeuta sa innanzitutto ascoltare: tutti possono essere d’accordo con questa affermazione, ma farne una propria capacità è un’altra cosa.

Il saper comprendere e il sapersi far comprendere costituiscono una esperienza personale vera e propria, stimolante e divertente, che consente in modo quasi chirurgico di arrivare al cuore delle difficoltà dell’altro e di essere incisivo nell’intervento di riequilibrio.

Il corso fornisce gli strumenti linguistici necessari per esercitare un controllo sulla chiarezza e sulla precisione del contenuto delle informazioni che vengono scambiate nella comunicazione verbale e non verbale, per arrivare alla qualità dell’informazione argomento del dialogo e creare un rapport fra cliente e terapeuta. Questa modalità di comunicazione raggiunge sia il livello conscio che quello inconscio, e si esprime con tipi di linguaggi diversi che possono far riferimento a fatti, supposizioni, giudici, regole..

Impareremo ad utilizzare gli strumenti per rimediare agli errori del linguaggio, come la generalizzazione, la deformazione, la cancellazione, limitanti rispetto al modello del mondo costruito dall’interlocutore.
Sapremo rimettere la persona a contatto con la propria esperienza, chiarendone il significato, modificando i meccanismi linguistici attraverso i quali la persona trasforma questa esperienza limitandola, offrendo le nuove possibilità di scelta: quindi, si lavorerà sulla sintassi e sulla forma per avere accesso alla semantica, cioè all’interpretazione e al senso profondo dell’esperienza.

È importante per poter deprogrammare biologicamente i disequilibri psicofisici il conoscere la formazione delle credenze e dei comportamenti rigidi che creano a cascata effetti sul comportamento e sul benessere della persona. Potremo individuare le credenze limitanti che portano all’infelicità e a ottenere il loro cambiamento attraverso l’utilizzo di specifiche tecniche di ristrutturazione. Utilizzeremo il linguaggio trasformazionale, con le parole da eliminare e il vocabolario del successo: la parola crea l’immagine!

Saremo in grado di determinare l’obiettivo con il nostro cliente: ne cercheremo interesse, timori, stato presente, stato desiderato, intenzioni. Verificheremo sia preciso, realistico, ecologico, misurabile, e che ne sia interamente responsabile.

Poi analizzeremo i livelli logici: sono una gerarchia di livelli di pensiero che permettono di rapportarsi al mondo esterno. La funzione di ogni livello logico è quello di organizzare l’informazione al livello inferiore. Di conseguenza, un cambiamento effettuato ad un certo livello avrà delle conseguenze sui livelli inferiori generando cambiamenti nello stato psicofisico e comportamentale della persona.

PROGRAMMA MODULO 1

  • I presupposti di base della relazione
  • Il ruolo preciso del cliente e del consulente
  • La capacità di ascolto
  • Tecnica di rassicurazione
  • Come creare la relazione
  • La calibrazione
  • Il ricalco
  • La riformulazione
  • Adottare il canale dell’interlocutore
  • Il VAKOG
  • I movimenti oculari e i sistemi rappresentazionali
  • La congruenza e l’incongruenza
  • La tecnica di ascolto
  • La sincronizzazione con il cliente
  • La sincronizzazione come generatore di comportamento
  • La sincronizzazione guidata

 

  • L’uso del linguaggio
  • I presupposti della comunicazione
  • I conflitti
  • I modelli di comunicazione
  • Il metamodello, la bussola del linguaggio
  • Struttura superficiale e profonda
  • Gli addolcitori
  • I fatti, il precisare
  • Le interpretazioni, il significato
  • Il criterio – equivalenza
  • La sua ristrutturazione
  • Le generalizzazioni
  • I giudizi
  • Le regole
  • i metaprogrammi

PROGRAMMA MODULO 2

  • definizione di credenza
  • formazione delle credenze e dei comportamenti rigidi
  • prendere coscienza delle proprie credenze
  • la valutazione delle nostre credenze
  • ricercate le vostre credenze
  • le credenze limitanti
  • l’identificazione delle credenze limitanti
  • difficoltà al momento della identificazione delle credenze
  • lessico sulle credenze
  • scoprire la causa di una credenza e la sua misura
  • il cambiamento di credenze
  • ci sono due modi di essere infelici nella vita
  • la credenza come un tavolo a quattro gambe
  • valore / criterio
  • ristrutturazione
  • ESERCIZI

PROGRAMMA MODULO 3

  • il linguaggio trasformazionale
  • la parola crea l’immagine!
  • parole da eliminare
  • vocabolario del successo
  • codice di condotta
  • determinazione dell’obiettivo
  • come deve essere un obiettivo
  • determinazione dell’obiettivo
  • i livelli logici
  • ambiente
  • comportamento
  • i quattro comportamenti per avere potere
  • capacità
  • emozione – risentito
  • credenze
  • i valori
  • i valori e la realizzazione di se’
  • tecnica di ristrutturazione dei valori violati
  • gerarchia dei valori
  • come modificare la gerarchia dei valori
  • le regole
  • identità
  • la visione
  • missione
  • la bacchetta magica
  • la stima di sé è l’allineamento nei livelli logici
  • transmissione

 

  • salita e discesa livelli logici
  • posizioni di percezione psicologiche
  • posizioni di percezione nello spazio
  • tecnica della goccia d’acqua
  • come creare un nuovo programma
  • ancoraggio
  • le submodalità
  • modificare le caratteristiche dì una immagine
  • la dissociazione
  • dissociazione dai pensieri
  • tecnica per i pensieri negativi: il fumetto
  • swish
  • le parti della personalità
  • reinquadramento in sei punti
  • tecnica del quadro comune
  • le parti della personalità
  • lo squash
  • lo squash visivo
  • doppia dissociazione per fobie e traumi
  • lutto e separazione amorosa 1°
  • lutto e separazione amorosa 2°

La Via della Natura si riserva di effettuare variazioni di date, programmi, piani di studi relativi alla formazione proposta, nell’ottica di un continuo miglioramento e di adeguamento alla legislazione vigente, con effetto immediato.

Tutti gli eventi formativi sono frequentabili anche singolarmente.

CORSO ONLINE

PNL Applicata alla Naturopatia

ISCRIVITI AL CORSO ONLINE

CORSO IN AULA

PNL Applicata alla Naturopatia

ISCRIVITI AL CORSO IN AULA

Vuoi maggiori informazioni su questo corso?
Scrivici!

Compila il seguente modulo di contatto, per qualunque informazione inerente il corso proposto.
Saremo lieti di rispondere alle tue richieste.

(* campi obbligatori)

ISCIZIONE ALLA NEWSLETTER *

Al fine di poter comunicare più agevolmente e tenerti aggiornato sulle nostre iniziative, ti chiediamo l'autorizzazione a inviarti comunicazioni inerenti alle nostre attività via email o newsletter. Presa visione dell'informativa privacy - 1.1.2

Pin It on Pinterest